La casa dei fantasmi (2003)

La-casa-dei-fantasmi-locandina

Avevamo già visto, con la saga ”Pirati dei Caraibi”,come il fascino del parco divertimenti ”Disneyland Paris” potesse coinvolgere al punto tale un regista, da spingerlo a mettere su un film. ”La casa dei fantasmi” è ispirata alla celebre attrazione di tutti i parchi Disney : ”Hounted Mansion” ed è una pellicola del 2003 diretta da Rob Minkoff e dagli stessi creatori della saga del Capitan Jack Sparrow.

Vedremo celebri attori della Commedia americana, come Eddie Murphy, Terence Stamp o la protagonista della ”Bambola Assassina” Jennifer Tilly, che ci guideranno, insieme ad una colonna sonora quasi surreale, nel Maniero Gracey, dal maggiordomo Ramsley e da tutti gli enigmi che il nostro agente immobiliare Jim Evers dovrà affrontare.

Jim, sempre preso dal suo lavoro di agente immobiliare, riceve, insieme alla moglie Sara, un’insolita telefonata da un uomo chiamato Ramsley, il quale chiede alla donna di recarsi da sola al misterioso Mariero Gracey. Ovviamente Jim, acciecato dalla possibilità di fare un ottimo affare vendendo l’abitazione, annebbia la mente della moglie sostenendo di cogliere l’occasione al volo per fare una ”gita in famiglia”.

Così, la famiglia Evers parte, portando con se anche i due figli, Megan e Michael. Una volta sul posto,  il maggiordomo Ramsley  insiste che la famiglia rimanga per la notte, considerando l’imminente arrivo di un temporale. Gli Evers vengono presentati al signor Edward Gracey , che sembra essere stranamente ossessionato da Sara. Jim ne approfitta per uscire e chiedere a Gracey di poter comprare il maniero, ma invece si trova in un misterioso passaggio segreto, mentre i bambini si mettono all’inseguimento di una strana sfera fluttuante.

Da questo punto della vicenda in poi, inquietanti personaggi e una vicenda degna della nomina di ”giallo” si snoderà attraverso gli ignari protagonisti, dando una lezione di vita talmente forte a Jim, che ci penserà due volte prima di mettere in secondo piano la famiglia per il lavoro.

Una pellicola non del tutto fedele all’attrazione del parco divertimenti, ma che comunque ha un fascino ineguagliabile che coinvolgerà grandi e piccini, dai titoli di testa ai titoli di coda. Lo spettatore passa dalla risata per lo sfortunato Jim, innamorato perso della moglie, ma che lo dimostra in modo esclusivamente ”materiale”, alla commozione per l’amore sincero e inappagato da secoli del signor  Edward Gracey per la sua promessa sposa defunta Elisabeth.

Assolutamente consigliato.

Il trailer

Scrivi un commento

Powered by WordPress | Web Concept by: Webplease